Click day, in tre ore oltre 5.500 domande ma per i consulenti del lavoro è stato un disastro

di | 2 ottobre 2013 | attualità | Commenti disabilitati su Click day, in tre ore oltre 5.500 domande ma per i consulenti del lavoro è stato un disastro

click dayPartecipare al Click day dell’Inps di ieri per il bonus per i giovani disoccupati under 30 “per molti consulenti del lavoro si è rivelata un’altra lotta contro il malfunzionamento dei sistemi della Pubblica amministrazione”.

Ma per l’associazione dei consulenti, Ancl, si è trattato di un “altro disastro”. In una nota infatti si parla di “matricole di aziende rifiutate, comunicazioni di irregolarità nella applicazione informatica, criticità nella compilazione on line della modulistica”. E questo con “il risultato che molte aziende rimarranno fuori dalle agevolazioni non per un loro ritardo di presentazione della domanda, ma per il disservizio”. L’Ancl, non a caso, “si riserva di intraprendere azioni legali”.

Sono state oltre 5.500 le domande di incentivo per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani tra 18 e 29 anni nelle prime 3 ore di avvio delle prenotazioni. Lo comunica l’Inps, ricordando che l’incentivo sarà di un terzo della retribuzione fino a un massimo di 650 euro al mese.

”Nella prima ora di collegamento – scrive l’Inps – si è registrato un ritmo di arrivo di una richiesta al secondo. Nelle prossime ore l’Istituto fornirà i dati della ripartizione regionale e della distribuzione dei fondi”. In questo modo sono state avviate le procedure per l’assegnazione dei 794 milioni di incentivo sperimentale per promuovere contratti a tempo indeterminato di circa 100.000 giovani assunti fra il 7 agosto 2013 e il 30 giugno 2015. Potranno accedere alle agevolazioni le aziende che assumono giovani fra i 18 e i 29 anni privi di impiego da almeno sei mesi o senza un diploma di scuola media superiore.
L’incentivo, per i nuovi contratti a tempo indeterminato che aumentino l’occupazione complessiva dell’azienda, sarà di un terzo della retribuzione (fino a un massimo di 650 euro al mese) per una durata massima di 18 mesi (12 mesi nel caso di trasformazioni di contratti a termine in rapporti a tempo indeterminato). Dei 794 milioni stanziati, 148 sono previsti per il 2013 e 248 per il 2014 e il 2015. Per il 2016 sono previsti 150 milioni. Quasi due terzi delle risorse sono destinate alle Regioni del Sud (500 milioni nel complesso).

Comments are closed.