Circumvesuviana, Casillo: l’assessore venga in Commissione Trasporti

CircumvesuvianaI centri dell’hinterland napoletano sono sempre più bistrattati dalla rete ferroviaria regionale, mentre Napoli compie notevoli passi in avanti. La denuncia arriva da Mario Casillo, consigliere regionale del Pd e membro della IV commissione consiliare Trasporti. “Mentre a Napoli l’ultimo tratto della Metropolitana comincia il servizio rispondendo perfettamente alle aspettative della vigilia, trasportando ben diecimila viaggiatori al giorno e alleggerendo i flussi dei passeggeri verso la linea 2 delle Ferrovie dello Stato – si legge in una nota del giovane ma esperto esponente politico – celebriamo la chiusura “per sfascio” della Circumvesuviana”.

“Le cronache di questi giorni sono eloquenti – aggiunge – stato di agitazione permanente dei dipendenti, carrozze circolanti ridotte al lumicino, manifestazioni pubbliche degli utenti: il tutto senza che dalla giunta regionale si levi una sola nota di commento o un solo proposito d’intervento. Tanto, come più volte affermato stancamente dall’assessore Vetrella, deve pensarci il governo, inviando i soldi da Roma”.

“Intanto – prosegue l’ingegnere prestato alla politica – di fronte a un servizio sempre più inefficiente i Comuni corrono ai ripari attivando dei collegamenti su gomma da e per Napoli. Dalla penisola sorrentina, per esempio, sono stati istituite delle corse per la zona ospedaliera, che costano ai viaggiatori 4 euro e 30”.

“Il risultato – conclude il consigliere regionale del Pd – è che mentre Napoli amplia per i viaggiatori l’offerta su ferro, la provincia resta sempre più tagliata fuori dal sistema regionale. Ci sono voluti anni per creare un sistema di trasporti integrato ed efficiente e invidiato in tutta Europa e pochi mesi della giunta Caldoro per disarticolarlo. Chiederò al presidente della commissione consiliari Trasporti di convocare un’audizione dell’assessore Vetrella”.

Il calvario che quotidianamente vivono i pendolari per colpa dei disagi arrecati dalla Circumvesuviana è stato oggetto di numerose indagini giornalistiche e televisive. Ciò nonostante, a parte lo sgomento e la sorpresa per come si sia ridotta questa gloriosa ferrovia, il quadro appare sempre più avvilente.

Lascia un commento