Caso marò, per i media indiani esclusa pena di morte

di | 7 febbraio 2014 | attualità | 0 commenti

maroL’India non chiederà l’applicazione del Sua Act, l’ormai tristemente famosa legge antipirateria che prevede anche la condanna a morte, per i due fucilieri Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, accusati di aver ucciso due pescatori al largo delle coste del Kerala, in India. Almeno, questo è quello che dicono alcune fonti del ministero dell’Interno secondo l’agenzia locale Pti.

La decisione del governo indiano arriva a pochi giorni dalla decisione della Corte suprema dell’India di rinviare l’udienza al 10 febbraio.

Notizia a cui non bisogna dare troppa importanza secondo l’inviato italiano in India Steffan De Mistura che intervistato dall’Ansa ha detto: “Non reagiamo, come in passato, a notizie non ufficiali pubblicate dalla stampa. Il governo italiano – ha aggiunto – farà sapere la sua posizione durante e dopo l’udienza di lunedì in Corte Suprema”.

La notizia del dietro-front indiano sulla pena di morte, arriva in un momento di massima tensione tra l’asse Italia, Europa -India. Inoltre proprio pochi giorni fa i due fucilieri italiani hanno anche rilasciato pesanti dichiarazione nelle quali ritenevano infamanti le accuse di terrorismo mosse nei loro confronti. “Ci dispiace per la perdita di due vite umane, ma non ci sentiamo assolutamente responsabili”, avevano dichiarato i due militari italiani in merito alla morte accidentale dei due pescatori indiani il 15 febbraio 2012. “Il nostro – proseguono i due militari – è un dispiacere umano, ma siamo innocenti. Siamo cresciuti in due città di mare e noi stessi siamo anche pescatori”.

Per ora comunque sembra aprirsi uno spiraglio di luce e speranza per la sorte dei fucilieri del battaglione San Marco, che si trovano da due anni agli arresti in India, senza ancora un processo per formalizzare i capi d’accusa, il cui numero di rinvii (venticinque) ha superato di ben lunga la soglia di tolleranza per il nostro Paese.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.