Caserta piange la scomparsa del vescovo, monsignor Pietro Farina

di | 24 settembre 2013 | mondo cattolico | Commenti disabilitati su Caserta piange la scomparsa del vescovo, monsignor Pietro Farina

farina-pietroLa Diocesi di Caserta piange il suo vescovo, monsignor Pietro Farina. Il presule, ricoverato presso una struttura sanitaria della zona, si è spento questa mattina.

La comunicazione dell’avvenuto decesso è arrivata durante la riunione mensile dei sacerdoti della diocesi riunitisi in preghiera per l’anima del pastore della Chiesa locale.

Dopo gli studi nel Seminario Minore di Caserta, in quello Regionale di Benevento e nel Pontificio Seminario Francese di Roma, monsignor Farina aveva conseguito la licenza in teologia e il baccalaureato in scienze sociali presso la Pontificia Università Gregoriana.

Dopo essere stato ordinato presbitero della diocesi di Caserta il 26 giugno 1966, era entrato a far parte dell’Istituto secolare dei Missionari della Regalità di Cristo.

Il 16 febbraio 1999 era stato eletto vescovo di Alife-Caiazzo, succedendo al defunto monsignor Nicola Comparone. L’ordinazione episcopale avvenne il 17 aprile 1999 ad opera del cardinale Lucas Moreira Neves, coconsacranti il cardinale Michele Giordano e il vescovo Raffaele Nogaro.

Il 25 aprile 2009 fu eletto vescovo di Caserta, sostituendo monsignor Raffaele Nogaro, dimissionario per raggiunti limiti di età.

La Voce sociale ed il suo direttore partecipano commossi al lutto della Chiesa di Caserta, nella consapevolezza che, avendo combattuto la buona battaglia, monsignor Farina avrà l’occasione di godere della ricompensa celeste.

Comments are closed.