Carceri, Cancellieri: “Impegno prioritario del Governo”

Cancellieri“Tra gli impegni prioritari del governo per il prossimo anno c’è l’obbligo di garantire detenzioni carcerarie più umane poiché tra gli obblighi che Bruxelles ci impone è che il detenuto possa avere gli strumenti per potere scontare la pena in modo da emendarsi, di formarsi e trovare un lavoro”. Su Rai Radio 1 nella trasmissione “Prima di Tutto” il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri (nella foto) ha ribadito l’impegno dell’esecutivo su questo versante.

“Noi siamo già molto avanti sulle riforme sociali e sul modello di detenzione del detenuto” – ha proseguito il Guardasigilli che, entro i primi sei mesi del 2014, prevede “il completamento dei provvedimenti che riguardano il trattamento, la qualità della vita, le ore di aria e la possibilità di fare anche attività nel carcere”.

Secondo l’esponente del Governo, comunque, il lavoro e la formazione sono le grandi sfide del futuro: “Su questo un grandissimo cambiamento è già avviato, io sono già stata a Strasburgo e sono molto soddisfatta di quello che stiamo facendo”.

Non poteva mancare un riferimento al decreto “svuota carceri” che, secondo la Cancellieri, “in realtà non è un provvedimento che svuota le carceri”. Piuttosto prevede “un alleggerimento che colpisce come un bisturi due settori particolari e li colpisce in un senso assolutamente umanitario”. Il riferimento è ai tossicodipendente che hanno la possibilità “di usufruire di cure di disintossicazione con più facilità di quanto non fosse stato finora” e agli extra comunitari “che potranno con maggiore facilità essere ricondotti al loro paese di provenienza”. A partire dal 2014, inoltre, ci sarà la istituzione del garante nazionale dei diritti dei detenuti, un provvedimento accolto con favore nel mondo carcerario. 

Lascia un commento