Boom del Papa su Twitter, Razzante: grande comunicatore

di | 27 dicembre 2013 | mondo cattolico | 0 commenti

Papa

“La tecnologia è un segno dei tempi che non svilisce anzi nobilita l’essenza del cristianesimo come dimensione dell’esistenza e come cibo spirituale in grado di ispirare le scelte quotidiane”. Così Ruben Razzante, professore di diritto dell’informazione all’Università Cattolica di Milano e alla Lumsa di Roma a proposito del raggiungimento della cifra record di 11 milioni di followers su Twitter da parte di Papa Francesco attraverso l’account @Pontifex.

Professore ormai Papa Bergoglio si appresta a battere tutti i record di popolarità…

Il traguardo degli undici milioni di followers raggiunto da Papa Francesco non deve stupire. È nel suo stile semplice e sobrio l’abitudine di raggiungere nell’immediatezza masse oceaniche di persone,credenti e non. Papa Bergoglio ha ereditato l’account Twitter inaugurato dal suo predecessore e lo sta trasformando in un veicolo formidabile di “pillole” di saggezza e sapienza evangelica che incrociano concrete situazioni di vita. L’azione pastorale del nuovo Pontefice si estrinseca in tutte le forme e con ogni mezzo, secondo paradigmi di spontaneità che ricordano per certi versi quelli del “Papa buono”. Ma erano altri tempi e non è mai opportuno fare paragoni tra Pontefici.

Possiamo definire il Papa un grande comunicatore, forse il più grande dell’ultimo secolo?

Ognuno è portatore di un carisma e lo traduce in parole e opere, secondo il disegno della Divina Provvidenza. Si percepisce innegabilmente, con Papa Bergoglio, un risveglio della fede su base planetaria. La moltiplicazione dei fedeli che affollano gli angelus domenicali e le udienze del mercoledì ne sono la riprova. C’è tanta curiosità, è vero,ma anche tanto entusiasmo per chi parla insistentemente di povertà e si mette sistematicamente dalla parte degli ultimi,dei bisognosi,demolendo per gradi l’immagine di una Chiesa burocratizzata e lontana dai bisogni reali.

In questa prospettiva possiamo dire che la tecnologia è al servizio della Buona Novella?

La tecnologia è un segno dei tempi che non svilisce anzi nobilita l’essenza del cristianesimo come dimensione dell’esistenza e come cibo spirituale in grado di ispirare le scelte quotidiane.Twitter e i social network possono contribuire alla rivitalizzazione su larga scala della pastoralità della Chiesa,avvicinando al messaggio di Cristo coscienze indifferenti e cuori incalliti nella loro durezza e insensibilità.Papa Francesco ha compreso appieno le potenzialità di questi mezzi e ha deciso sapientemente di metterli al servizio della Chiesa come comunità, missionarietà e pastoralità. E i frutti si vedono.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.