Berlusconi, via libera della Giunta alla decadenza da senatore

di | 4 ottobre 2013 | politica | Commenti disabilitati su Berlusconi, via libera della Giunta alla decadenza da senatore

decadenza

La Giunta per le elezioni del Senato ha votato a maggioranza la decadenza di Silvio Berlusconi da senatore, a seguito della condanna definitiva per frode fiscale da parte della Corte di Cassazione. A dare l’annuncio è stato il presidente Dario Stefàno attorno alle 16,30, dopo una camera di consiglio di oltre cinque ore.

Adesso la parola passa ora all’Aula di Palazzo Madama che dovrà ratificare la proposta. La seduta pubblica, prima della camera di consiglio, era durata meno di un’ora. Le forze politiche sono arrivate divise al voto: il Pdl sostenendo la non applicabilità della legge Severino sulla non eleggibilità dei condannati,perché retroattiva, il centrosinistra, Scelta Civica , Sel e il Movimento 5 Stelle di parere opposto.

Nell’udienza pubblica, a cui né Berlusconi né uno dei suoi avvocati erano presenti, il presidente della Giunta, Dario Stefàno di Sel, ha letto la relazione sul caso, poi la parola è passata all’avvocato di Ulisse Di Giacomo, il primo dei non eletti nella lista del Pdl in Molise, dove Berlusconi ha scelto di essere eletto, per sostenere le ragioni della sostituzione nel seggio.

Il Cavaliere, nell’annunciare ieri sera che avrebbe disertato la riunione della Giunta, ha ribadito di essere vittima di una macchinazione politico-giudiziaria: “Non vi è possibilità alcuna di difesa né vi è alcuna ragione per presentarsi di fronte a un organo che ha già anticipato, a mezzo stampa, la propria decisione”, hanno scritto in una nota gli avvocati dell’ex premier.

Comments are closed.