Beppe Grillo contro Redditometro e Equitalia: vanno aboliti

di | 5 settembre 2013 | politica | Commenti disabilitati su Beppe Grillo contro Redditometro e Equitalia: vanno aboliti

Beppe-GrilloRedditometro ed Equitalia? No grazie. Beppe Grillo, dal suo blog,  ne chiede l’abolizione. “Se hai pagato tutte le tasse (per un piccolo imprenditore arrivano al 70% come in uno Stato sovietico) – si legge nel post del leader del Movimento 5 Stelle – non sei ancora fallito, hai rinunciato alle vacanze, hai pagato in anticipo l’Iva e il presunto (molto presunto) reddito del prossimo anno e aspetti dei pagamenti da parte dello Stato puoi trovare alla tua porta gli emissari di Equitalia che ti chiedono conto delle spese sostenute con il redditometro. Dove hai trovato i soldi per la nuova auto? Chi te li hai prestati? La retta della scuola di tuo figlio? L’abito nuovo? Dimostralo! Evasore confessa!”.

Un’analisi, quella dell’attore genovese, comune a molti. “Manca – scrive – ogni presupposto di uguaglianza e di reciprocità tra Stato e cittadino. Voglio essere io a sapere come lo Stato spende i miei soldi non lo Stato a sapere come spendo gli spiccioli che mi sono rimasti in tasca”. E ancora: “Lo Stato mi deve dei soldi, allora non pago le tasse fino a quando andiamo a pari, come tra aziende, tra persone civili. Ho risparmiato per anni e tenuto i soldi in una cassetta di sicurezza e mi compro un piccolo appartamento? Non devo dimostrare nulla a nessuno se ho pagato le tasse. Perché anticipare l’Iva se non incasso la fattura e perché anticipare i redditi futuri su cui neppure Nostradamus avrebbe alcuna sicurezza? Mentre il lupo ci divora riesce persino a inquinare l’acqua che beviamo. Esopo è stato ottimista. I costi dei servizi municipali, acqua, luce, gas, rifiuti sono diventati insostenibili. Costano più dell’affitto. Questo lupo ha una fame insaziabile. Bisogna metterlo a dieta, abolire il redditometro, abolire Equitalia, ripristinare un rapporto di eguaglianza tra Stato e contribuente”.

Comments are closed.