Bankitalia: crollano i prestiti alle famiglie

di | 9 dicembre 2013 | attualità | 0 commenti

BankitaliaCome se non bastasse la crisi economica, calano ancora i prestiti. È un cane che si morde la coda: le famiglie e le Pmi hanno bisogno di soldi per tirare avanti ma – anche a causa della crisi – le banche sono meno disposte ad esporsi. A ottobre i prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione su base annua del 3,7 per cento (-3,5 per cento a settembre). Lo segnala Bankitalia nel rapporto sulle principali voci dei bilanci bancari. In dettaglio i prestiti alle famiglie sono scesi dell’1,3 per cento sui dodici mesi (-1,1 per cento nel mese precedente). Ancora peggio è andata a quelli alle società non finanziarie, diminuiti, sempre su base annua, del 4,9 per cento (-4,2 per cento a settembre).
Altro dato importante, sempre ad ottobre i tassi d’interesse, comprensivi delle spese accessorie, sui finanziamenti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni sono stati pari al 3,90 per cento (3,97 per cento a settembre). Bankitalia riporta che i tassi sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono scesi al 9,28 per cento (9,61 per cento a settembre). I tassi d’interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo fino a un milione di euro sono risultati pari al 4,49 per cento (4,33 nel mese precedente); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia al 2,86 per cento (2,98 per cento a settembre). I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,99 per cento (1,02 per cento a settembre).
Il quadro è negativo anche per le stesse banche. A ottobre il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze è risultato pari al 22,9 per cento, stesso livello del mese precedente.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.