Banca popolare Etica porta a Pordenonelegge la “Finanza per indignati”

di | 16 settembre 2013 | economia | Commenti disabilitati su Banca popolare Etica porta a Pordenonelegge la “Finanza per indignati”

Finanza-per-indignati-andrea-baranesLa finanza etica è fatta di persone, progetti, sogni, buone pratiche di sostenibilità sociale e ambientale. Di relazioni, di storie e di riflessioni. Ingredienti perfetti per le ricette letterarie.
In questo ambito rientra la collaborazione di Banca etica con l’edizione 2013 di Pordenonelegge, che si svolge dal 18 al 22 settembre nella città friulana.

Grazie al lavoro di rete dei soci attivi del pordenonese giovedì 19 settembre alle ore 19, presso l’Auditorium Istituto Vendramini ci sarà la presentazione del libro “Finanza per indignati” con l’autore Andrea Baranes, presidente della nostra Fondazione culturale Responsabilità Etica, intervistato dalla giornalista Elisabetta Tramonto.

“Durante l’iniziativa – si legge in un comunicato – il nostro Banchiere Ambulante sarà a disposizione di tutte le persone che vogliono conoscere più da vicino la finanza etica: il punto informativo di Banca Etica a Pordenone è in via san Francesco 1/c e sarà aperto nei giorni 19, 20 e 21 settembre dalle ore 14.00 alle 18.00”.

Banca Popolare Etica è una realtà unica nel panorama bancario italiano ed internazionale. E’ infatti la sola banca che – accanto alla trasparenza in tutti i processi – garantisce una destinazione dei finanziamenti mirata esclusivamente ad ambiti di interesse collettivo: dalla cooperazione sociale (in particolare quella legata ai servizi socio assistenziali) alla cooperazione internazionale, dalla tutela dell’ambiente alla promozione della cultura, dalle energie rinnovabili all’agricoltura biologica. Nata nel 1999 Banca Etica opera oggi su tutto il territorio nazionale con 17 filiali e una rete di “banchieri ambulanti” e offre ai propri clienti un’ampia gamma di prodotti e servizi che permettono una completa operatività bancaria (libretti di risparmio, conti correnti, bancomat, carte di credito, obbligazioni, mutui prima casa, prestiti personali, fondi d’investimento etici). Ha un capitale sociale di quasi 46 milioni di euro, conferito da 38mila soci, una raccolta di 848 milioni di euro e finanziamenti accordati per 770 milioni di euro a sostegno di circa 7mila progetti nei quattro principali ambiti di intervento: cooperazione sociale, cooperazione internazionale, ambiente, cultura e società civile.

Comments are closed.