Aumentano le famiglie italiane ma sono formate da una sola persona

di | 13 marzo 2018 | società | 0 commenti

Lo specchio dei tempi, che è anche un riscontro ai dati Ista sul crollo delle nascite nel nostro Paese, è dato dal nuovo aumento delle famiglie che sono però formate da una sola persona, un quadro per certi aspetti desolante se si fa un breve confronto con la situazione esistente solo pochi anni fa quando in realtà la tendenza era già ampiamente evidenziata. Il confronto tra il 2011 e il 2016 mostra che si è passati da 24,5 milioni di nuclei a 25,4 milioni, con una crescita del 3,6%. A portare su di quasi un milione il totale è la categoria ‘monoparentale’, composta cioè da una sola persona, che da 7,2 milioni è arrivata a 8 milioni, con un incremento dell’11,4%. I dati, contenuti nelle serie storiche dell’Istat ed elaborati dall’Adnkronos, mostrano un leggero aumento anche delle coppie, che da 6,7 milioni sono salite a 6,9 milioni (+2,8%).

E registrano una lieve variazione positiva (+0,7%) le famiglie composte da tre persone, che restano comunque sempre intorno ai 5 milioni. Tutte con il segno negativo, invece, le atre categorie; a partire dai nuclei composti da 4 persone, che da 4,2 milioni sono scesi a 4 milioni. In leggera flessione le famiglie di 5 persone (-0,1%) che restano a quota 1,1 milioni. In calo, in modo più consistente, la già esigua fascia composta da 6 o più persone (circa 300.000), che registra un -4,1%.

Dei 25,4 milioni di nuclei italiani uno su tre è composto da una sola persona (31,6%), risultato di una crescita costante delle famiglie composte da un solo elemento. Nel giro di 20 anni sono aumentate di 11,1 punti percentuali. ”Ciò è conseguenza di profonde trasformazioni demografiche e sociali che hanno investito il nostro Paese”, spiega l’Istat nell’ultimo annuario pubblicato.

Tra i fattori che hanno inciso sul risultato dello scorso anno si segnalano: ”il progressivo invecchiamento della popolazione, innanzitutto, ma anche l’aumento delle separazioni e dei divorzi, così come l’arrivo di cittadini stranieri che, almeno inizialmente, vivono da soli”. L’aumento delle famiglie di single incide in modo consistente sul numero medio di componenti il nucleo, che è passato da 2,7 (media 1995-1996) a 2,4 (media 2015-2016).

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.