Associazione teologica italiana a convegno a Padova sul viaggio interiore

di | 29 novembre 2013 | mondo cattolico | 0 commenti

atiMartedì 3 dicembre, dalle ore 15 alle 18, nell’aula magna dell’Istituto teologico Sant’Antonio Dottore di Padova, in via San Massimo 25, si svolgerà una giornata di studio sul tema “Il viaggio interiore. Maestro dove abiti?”
Interverranno il professor Roberto Repole, presidente dell’Associazione teologica italiana, e la professoressa Isabella Adinolfi, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
La giornata di studio è promossa dal biennio di specializzazione in Teologia spirituale della Facoltà teologica del Triveneto, in collaborazione con l’Istituto teologico Sant’Antonio Dottore, come momento di approfondimento e confronto aperto a tutti e rivolto, in particolare, agli studenti e agli operatori pastorali.
Ad avviare i lavori sarà Antonio Bertazzo, docente di Psicologia della religione alla Facoltà teologica del Triveneto, che introdurrà il tema di studio: il cercare dell’uomo, il viaggio interiore, che è sempre mosso, anche nel nostro tempo e nella cultura occidentale così “laica”, dalla ricerca di un orizzonte di significato e di valori-guida che possano dare senso all’esistenza.
L’approfondimento dell’esperienza spirituale del viaggio sarà affidato a Roberto Repole, docente di Teologia sistematica alla Facoltà teologica dell’Italia settentrionale – sezione di Torino e presidente dell’Associazione teologica italiana. Isabella Adinolfi, docente di Filosofia della storia e Storia del pensiero etico-religioso all’Università Ca’ Foscari di Venezia, illustrerà invece la figura di Etty Hillesum e il suo Diario come racconto di un viaggio interiore fatto in un tempo e in un luogo (il campo di concentramento di Auschwitz, dove morì nel 1943) in cui si diceva “Dio è morto” e dove invece Dio fu da lei riscoperto come presenza d’amore. Si tenterà così un paragone tra ciò che, in quel tempo, si pensava come l’assenza o il “fallimento” di Dio e quello che, oggi, molti vorrebbero definire l’inutilità o l’assenza apparente di Dio.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.