Arriva la nuova banconota da dieci euro, in circolazione dal 23 settembre

di | 13 gennaio 2014 | attualità | 0 commenti

dieci euroArriva la nuova banconota da dieci euro. Entrerà in circolazione il 23 settembre prossimo. La banconota è stata presentata ufficialmente oggi da Yves Mersch, componente del comitato esecutivo della Banca centrale europea. “Dodici anni dopo l’emissione delle banconote e monete in euro”, ha detto, “è facile per noi darle per scontate e dimenticare quale progetto ambizioso, persino audace, sia stata l’introduzione dell’euro. La moneta unica ha aiutato a unire milioni di europei, in tutta la nostra diversità, e le banconote e monete sono un simbolo tangibile della nostra determinazione a sostenere l’Unione europea. Quando diciamo: ‘L’euro. La nostra moneta’ crediamo in quello che affermiamo”.

La nuova banconota da dieci euro mostra una somiglianza con il biglietto della prima serie, entrato in circolazione nel 2002, ma allo stesso tempo presenta una veste grafica rinnovata e varie caratteristiche di sicurezza nuove e più avanzate. Ad esempio, come il nuovo biglietto da cinque euro, reca nell’ologramma e nella filigrana il ritratto di Europa, figura della mitologia greca da cui il nostro continente prende il nome.

“Quella di oggi”, ha aggiunto Mersch, “è anche un’opportunità per sottolineare l’importanza di preservare la fiducia dei cittadini nei confronti dell’euro. Una delle principali motivazioni alla base dell’introduzione della nuova serie è la volontà di permettere a chiunque utilizzi le banconote di continuare a farlo in totale sicurezza”. Come la prima serie di banconote in euro, il nuovo biglietto da dieci euro sarà molto facile da controllare con il tatto e la vista, applicando il metodo “toccare, guardare, muovere”. Oltre al ritratto di Europa presente nell’ologramma e nella filigrana, sulle banconote è apposto un numero verde smeraldo che quando viene mosso cambia colore passando al blu scuro.

Infine, i tagli da cinque e dieci euro della serie “Europa” risultano più resistenti nel tempo grazie a un rivestimento protettivo. Ciò consentirà una minore frequenza di sostituzione e quindi una riduzione dei costi e dell’impatto ambientale. L’Eurosistema procederà al graduale aggiornamento di tutte le banconote in euro, un taglio dopo l’altro in ordine ascendente.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.