Annullate dal Tar Piemonte le regionali del 2010

di | 10 gennaio 2014 | politica | 0 commenti

BressoChe Paese è quello in cui una sentenza su una controversia in materia elettorale arriva dopo quattro anni dal voto e può aprire la strada alle elezioni? È la domanda che tutti si stanno ponendo dopo aver appreso che il Tar del Piemonte, accogliendo il ricorso presentato dell’ex presidente della Regione Mercedes Bresso, ha dichiarato nullo il voto delle elezioni amministrative del 2010 che avevano visto vincitore, con appena 9mila voti di scarto, l’attuale governatore Roberto Cota.

La decisione, dopo quasi 4 anni, apre ora la possibilità di voto anticipato. “Anche se in ritardo è stata fatta giustizia – ha affermato la Bresso – la sentenza è immediatamente esecutiva e, anche se ci sarà il ricorso, riusciremo ad andare al voto insieme alle amministrative e alle europee”.

Per il segretario della Lega, Matteo Salvini si tratta di “un attacco alla democrazia”. Il numero uno del Carroccio assicura, dalla propria pagina Facebook, che il partito continuerà con le sue battaglie. “Giustizia è fatta – dice, invece, sul fronte opposto Federico Fornaro, senatore del Partito Democratico – ora non ci sono più alibi: Cota e la sua giunta si dimettano subito e si vada a maggio alle elezioni. Sergio Chiamparino sarebbe l’uomo giusto per ridare autorevolezza e credibilità al Piemonte”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.