Anche Poltrona Frau finisce in mano straniera

di | 5 febbraio 2014 | attualità | 0 commenti

poltrona-frauAncora un marchio d’eccellenza del made in Italy che passa in mano straniera. Stavolta è Poltrona Frau. Gli azionisti del fondo Charme Investments insieme a Moschini cederanno agli americani di Haworth la loro partecipazione del 58,6% (di cui 51,3% posseduto da Charme e il restante 7,3% da Moschini) nel capitale di Poltrona Frau a 2,96 euro per azione (la società era stata quota in Borsa nel 2006 a 2,1 euro per azione): un’operazione che porterà nelle casse degli azionisti circa 240 milioni di euro. La cessione si concluderà entro aprile, quando Haworth lancerà un’Opa con l’obiettivo di delistare la società da Piazza Affari.

Quello che stupisce è che a vendere siano – tra gli altri – Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle e Nerio Alessandri di Tecnogym, azionisti di Charme e strenui difensori dell’italianità. Proprio Montezemolo, già ambasciatore del made in Italy, non ha mai perso occasione per difendere lo stile e il design italiano di Poltrona Frau, nel cui portafoglio sono presenti altri marchi d’eccellenza come Cassina e Cappellini: “Il made in Italy è tutto”, aveva dichiarato qualche tempo fa. Evidentemente “predica bene ma razzola male”, come si suol dire.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.