Al Teatro Ghione di Roma torna “Un marito per due”

di | 28 febbraio 2014 | teatro | 0 commenti

foto InsegnoNel 10° anniversario di repliche, 10 anni di risate, torna: “un Marito per due” scritto e diretto da Claudio Insegno, martedì 4 marzo 2014 alle ore 21,00 al teatro Ghione di Roma. In occasione di questa ricorrenza, in scena accanto a Pino Insegno per la prima volta in questo spettacolo Roberto Ciufoli, insieme al consolidato cast composto da Alessia Navarro, Marta Altinier, Sabrina Pellegrino, Federico Perrotta, Veronica Pinelli e Vito Ubaldini .

Galeotto un autobus che Phil prende abitualmente, considerandolo terreno fertilissimo per le sue conquiste. Ma quando incontra Julie, una ragazza molto più giovane di lui, perde letteralmente la testa fino al punto di voler divorziare dalla moglie Maggie per sposarla. George, il suo migliore amico, si fa coinvolgere, suo malgrado, in una serie interminabile di menzogne, scambi di persona, amanti, spasimanti imprevisti e situazioni sempre più ingarbugliate, che culmineranno in un rovesciamento degli “equilibri” fino all’ultimo davvero inaspettato. La piéce si snoda attraverso un’irresistibile serie di equivoci: un uomo, sua moglie e l’amante, l’amico storico e la cameriera. Partiamo con questi personaggi. Mettiamoli poi tutti insieme in una casa e facciamo sì che si dividano con la casa accanto, nuova alcova del proprietario di casa e della sua amante. Date poi il compito all’amico storico di comunicare alla moglie che verrà lasciata per la giovane amante. Fate trovare l’uomo contemporaneamente davanti alla moglie e all’amante cercando di far capire all’amante che sua moglie è la moglie del suo amico e che l’amante è la donna di un suo vecchio amico. Introducete anche il padre dell’amante, una vecchia amante abbandonata ed un ragazzo che si pensa si presenti per la moglie ma alla fine si scopre che è lì per la vecchia amante…

Sembra un rompicapo, in realtà è una vera chicca della risata, tra bugie, inganni e malintesi miscelati con garbo.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.