Agenti-assaggiatori d’olio per la lotta alle frodi alimentari

di | 15 novembre 2013 | agricoltura | 0 commenti

forestale_donnaVenti nuovi ispettori del corpo Forestale dello Stato hanno acquisto la qualifica di assaggiatori di olio di oliva secondo la normativa Coi, completando un corso di formazione realizzato da Unaprol – consorzio olivicolo italiano.
Il loro ingresso nel club degli esperti sensoriali consentirà di costituire il primo panel ufficiale di assaggio del Corpo Forestale dello Stato riconosciuto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Gli ispettori già in possesso dell’attestato di idoneità fisiologica di 1° livello, sono stati coordinati dal vice questore aggiunto Amedeo De Franceschi e dal capo panel Giulio Scatolini e hanno partecipato ad un corso di venti sedute con lezioni teoriche e pratiche svoltesi presso la sala panel di Unaprol. “Queste nuove professionalità rafforzano l’impegno delle istituzioni nella lotta alle frodi e alle sofisticazioni” – ha riferito il presidente di Unaprol Massimo Gargano.

La notizia dei nuovi ispettori giunge in coincidenza delle operazioni di raccolta delle olive in tutta Italia e della loro lavorazione e trasformazione in olio extra vergine di oliva. In Italia, quest’anno, si prevede un calo dell’8% della produzione che dovrebbe attestarsi intorno alle 480 mila tonnellate. La consegna degli attestati di idoneità si è svolta presso l’azienda agrituristica con annesso frantoio oleario – Azienda San Clemente di Tivoli alla presenza di Fabrizio Bardanzellu, capo del servizio di polizia ambientale e agroalimentare del Corpo Forestale dello Stato.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.