Abi, calano ancora i prestiti a famiglie e Pmi

di | 17 dicembre 2013 | economia | 0 commenti

AbiLa crisi è nera e le banche di certo non aiutano famiglie e Pmi a provare a superare la congiuntura negativa. Accelera infatti il calo dei prestiti alle imprese e alle famiglie da parte degli istituti di credito. Secondo quanto emerge dal bollettino mensile dell’Associazione bancaria italiana, è in flessione la dinamica dei finanziamenti: -4% la variazione annua a novembre 2013, -3,7% ad ottobre 2013, pur rimanendo invariato l’ammontare in valore assoluto tra ottobre e novembre 2013.
L’andamento risente del persistere della negativa evoluzione delle principali grandezze macroeconomiche (Pil e investimenti). Tale andamento è confermato anche dai recenti dati pubblicati dall’Istat e relativi al terzo trimestre del 2013. Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi, evidenzia l’Abi, i prestiti all’economia sono passati da 1.673 a 1.851 miliardi, quelli a famiglie e imprese da 1.279 a 1.426 miliardi. A novembre 2013, comunque, l’ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.851 miliardi, è nettamente superiore all’ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.736 miliardi.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.