A Genova fotografia e scienza vanno a braccetto grazie alla Royal Photographic Society

di | 21 ottobre 2013 | cultura | 0 commenti

Galata museo del mare genovaUna “Mostra internazionale della fotografia scientifica” per mostrare la vasta gamma di applicazioni che la fotografia può avere nell’ambito della scienza moderna. L’esposizione itinerante realizzata dalla Royal Photographic Society, giunta alla seconda edizione, verrà installata per la sua prima tappa all’interno del Festival della Scienza di Genova, in programma nel capoluogo ligure dal 23 ottobre al 3 novembre.
Come location è stata scelta la sala d’esposizioni del Galata Museo del Mare (Calata De Mari, 1 – 16126 Genova). L’inaugurazione è prevista per venerdì 25 ottobre.

La mostra, coordinata da Afzal Ansary Asis Frps e organizzata in collaborazione con il “Science and Technology Facilities Council” del Regno Unito, vedrà esposte cento straordinarie immagini realizzate da ricercatori – tra cui alcuni italiani – che lavorano in molti settori del mondo scientifico. La finalità degli autori è quella di illustrare il proprio lavoro e renderlo più comprensibile al pubblico.

Molte delle immagini fanno scoprire mondi visibili all’occhio umano solo grazie all’uso del microscopio e del telescopio, rivelando attraverso la luce polarizzata o fluorescente o grazie a tecniche speciali, quali la fotografia ad alta velocità, situazioni sconosciute e normalmente impercettibili.

In questo modo, microrganismi e minerali, fenomeni naturali ed oggetti d’uso quotidiano possono essere osservati sotto una nuova prospettiva altrimenti invisibile. Mentre i contenuti di alcune immagini possono essere totalmente nuovi e sorprendenti, tutte sono indiscutibilmente affascinanti e di incomparabile bellezza. L’opinione della Royal Photographic Society è che “questa mostra, per la sua finalità educativa, sia un’opportunità unica per migliorare la comprensione del ruolo che svolge l’immagine nella ricerca e nello sviluppo scientifici”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.