A Cassano città e Diocesi in marcia per la legalità

di | 23 gennaio 2014 | legalità | 0 commenti

bimbo-uccisoIn cammino per le vie del centro storico, per dire no alla violenza e per dare voce, nel silenzio della riflessione, all’altra Cassano, all’altra Calabria. Quella onesta, laboriosa e che vuole cambiare e che non si piega di fronte allo strapotere del crimine.

Il triplice omicidio consumato nei giorni scorsi scuote le coscienze. La storia di Nicola “Cocò” Campolongo, il bambino di tre anni trucidato insieme al nonno e ad una ragazza marocchina compagna di questi non lascia indifferente la città. La risposta, che vuol essere invito alla pace, ma è insieme richiesta di giustizia e segno di fede, arriva dalla Diocesi di Cassano all’Jonio guidata dal vescovo Nunzio Galantino che Papa Francesco ha, di recente, nominato segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana ad interim.

La curia, di concerto con l’Amministrazione comunale ha promosso per domani 24 gennaio una fiaccolata per ricordare le vittime della violenza, declinata in tutte le sue forme. Il corteo silenzioso si snoderà per le vie del borgo antico, partendo alle 19.30 da largo Cappuccini. Ed alla luce delle fiaccole attraverserà via IV Novembre, piazza Paglialunga, corso Cavour, via XX Settembre, largo sant’Agostino e via Duomo prima di giungere in piazza sant’Eusebio, dove il vescovo della diocesi cassanese e segretario generale ad interim della Cei, monsignor Nunzio Galantino, guiderà un momento di preghiera.

Lascia un commento

Devi essere loggato per scrivere un commento.